Lun-Ven: 08:30am - 18:00pm

24h Servizio di emergenza

Chiamaci allo +39 070 238671

Bonus Fotovoltaico nel 2022: di cosa si tratta, come funziona, a chi spetta?

A causa del caro bollette molti cittadini italiani stanno pensando di installare dei nuovi impianti fotovoltaici usufruendo del Bonus Fotovoltaico 2022.

Per chi sceglie di installare i pannelli fotovoltaici nella propria abitazione sono stati infatti messi a disposizione diversi incentivi che rientrano nel Bonus Ristrutturazione e nel Superbonus 110%. Uno stimolo forte per l’economia e per l’autoproduzione di energia, il cui fine è il risparmio sulle bollette di luce e gas, praticamente raddoppiate negli ultimi mesi.

In questo articolo analizziamo come funziona il Bonus Fotovoltaico 2022, a chi spettano gli incentivi e come è possibile ottenerli.

Cos’è il Bonus Fotovoltaico 2022?

Il Bonus Fotovoltaico 2022 è un incentivo statale finalizzato all’installazione dei pannelli fotovoltaici con finalità di risparmio energetico che, come anticipato, può essere ottenuto o con il Bonus Ristrutturazione oppure con il Superbonus. Quello che cambia è la percentuale di spesa che è possibile portare in detrazione IRPEF e il tempo per recuperarla. Con il Bonus Ristrutturazione si può recuperare il 50% della spesa nella dichiarazione dei redditi distribuita in 10 anni, con il Superbonus si recupera il 110% in 5 anni.

Bonus fotovoltaico tramite Bonus Ristrutturazione

Se si sceglie il Bonus Ristrutturazione per portare in detrazione un impianto fotovoltaico, viene riconosciuta una detrazione fiscale IRPEF del 50% in favore di chi, nel complesso dei lavori di manutenzione (ordinaria o straordinaria) installa dei pannelli fotovoltaici finalizzati al risparmio energetico. Per ottenere il Bonus Fotovoltaico 2022 mediante il Bonus Ristrutturazione, sono ammesse le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2024. Per tali spese la detrazione del 50% va ripartita in 10 quote annuali di uguale importo. Il limite massimo di spesa è di 96.000 euro e copre davvero tutto (manodopera, installazione, progettazione, imposta di bollo, iva, spese per perizie ecc.).

Il Bonus Ristrutturazione può essere richiesto da tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi, residenti o non residenti in Italia. Il bonus viene riconosciuto non solo ai proprietari o ai titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche all’inquilino o al comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:

  • proprietario o il nudo proprietario;
  • titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • inquilino o il comodatario;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • i soci delle società semplici;
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

Bonus fotovoltaico tramite Superbonus 110%

Una seconda possibilità per accedere al Bonus Fotovoltaico 2022 è mediante il tanto chiacchierato Superbonus 110 %. In questo caso il bonus viene erogato sotto forma di una detrazione fiscale dell’IRPEF pari al 110% della spesa, suddivisi in 5 anni per una serie di lavori e opere di efficientamento energetico sull’immobile.

Nel caso del Superbonus l’incentivo si può ottenere solo se si effettuano anche i cosiddetti lavori trainanti: ad esempio l’isolamento termico dell’edificio, oppure l’installazione di una caldaia a pompa di calore. Per aver diritto alla detrazione sarà necessario migliorare la certificazione energetica APE dell’edificio di almeno due classi energetiche (o di una, nel caso si raggiunga la classe energetica più alta).

Il Superbonus 110 % è stato recentemente oggetto di modifiche sui destinatari e sui tempi di applicazione. La platea è composta da:

  • condomini e mini condomini;
  • IACP e cooperative;
  • persone fisiche che effettuano lavori su abitazioni villette e unifamiliari.

Attenzione però alle scadenze. Per gli edifici unifamiliari e le villette l’agevolazione spetta fino al 31 dicembre 2022 ma solo se il 30% dei lavori è stato realizzato entro giugno 2022. Per i condomini o edifici composti da 2 o 4 unità tutte intestate alla stessa persona l’agevolazione al 110% è attiva fino al 2023 poi scende al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. Il limite vale fino al 2025 anche per gli interventi edilizi nelle aree colpite dal terremoto negli ultimi anni.

Come richiedere il Bonus Fotovoltaico 2022?

Come qualsiasi forma di agevolazione, anche questo bonus può essere richiesto con la detrazione in dichiarazione dei redditi. In alternativa è possibile optare per lo sconto in fattura o la cessione del credito secondo le norme previste dall’ultimo Decreto Superbonus. Bisogna sempre ricordare che sia per il bonus ristrutturazione che per il Superbonus è prevista l’obbligo di comunicazione all’ENEA. Parliamo cioè, della trasmissione della comunicazione ENEA delle spese effettuate, che dovrà essere inviata entro la scadenza di 90 giorni dalla data di fine dei lavori. 

Vuoi installare un impianto fotovoltaico in Sardegna?

Realizzare un impianto fotovoltaico in Sardegna e usufruire di tutte le agevolazioni è possibile, grazie a Sogartech. Contattaci ai nostri recapiti telefonici 070.238671 – 338.2032333 – 333.3939676 oppure scrivi all’indirizzo info@sogartech.it

0 Condivisioni
I commenti per questo articolo sono chiusi.
L’Azienda

La nostra è un’Azienda giovane che nasce dalla fusione di due Imprese già operanti nel settore ed in grado di rispondere in modo adeguato alle esigenze del mercato. Abbiamo scelto di focalizzare le nostre attenzioni e di specializzarci nel segmento della Sicurezza (Antintrusione, TVCC, Controllo Accessi e rilevazione fumi), nei dei Controlli Remotizzati (Domotica, Telecontrolli Temperature, ecc) e nel settore Fotovoltaico.